logo

maschera

Il sito quinapoli si propone come uno strumento d’informazione e coinvolgimento emotivo per tutti gli amanti di questa città. E' suddiviso in cinque aree principali:  

Napul’è… rappresenta una finestra sulla città vista come grande contenitore, come luogo di sogni immaginari e di dure realtà.

Parla comme t’ha fatto màmmeta raccoglie alcuni appunti di grammatica napoletana per far conoscere meglio la purezza del linguaggio napoletano attraverso la descrizione dell’estetica, dell’ortografia, dell’articolo, della preposizione e dell’avverbio di questo dialetto.

S’è cagnato ò munno è dedicato alla valorizzazione dei maggiori poeti napoletani che hanno manifestato nelle loro liriche i più complessi stati d’animo.

Chillo che simmo e chello che parimmo   è un contributo alla storia del teatro napoletano.
«Il teatro – ha affermato il grande Eduardo De Filippo –  non è un libro, non è un’opera letteraria, deve essere vivo, e quindi per un’ora e mezza, due ore deve avere sempre un aspetto di sorpresa. Perciò il pubblico viene a vedere le mie commedie, perché si diverte e intanto porta a casa qualcosa».

Tradizioni è una guida nel folklore e sulle feste popolari in Campania. Una proposta su come leggere gli avvenimenti della tradizione popolare, con l’intento di restituire ai protagonisti stessi la loro cultura.

L’impostazione del sito, la redazione dei testi e l’archivio delle immagini sono piuttosto amatoriale, ma il lavoro è stato realizzato con passione e un pizzico d’ironia.

Pasquale Bellino

Volo senza ali